Una serata da non dimenticare

Eccomi ancora qua, sto cercando di mandare giù una buona dose di bagna cauda innaffiata da  una bottiglia intera di dolcetto di Dogliani. Devo dire che che i post con un minimo di eccitazione alcolica mi vengono meglio di altri …

Nonostante tutto, sono contento di come è passata la serata, in particolare con mia mamma. Certo non posso dire che lei sia serena e su di morale, ma perlomeno ci siamo distratti ed è stato un po’ come quando ero più piccolo e ogni tanto organizzavamo serate come questa (io bevevo meno!!).

E’ probabile che ci saranno tempi duri, si dovrà lottare, si dovranno stringere i denti, ma in fondo ci sono abituato e mi sto rassegnano ad una vita così … Ed è anche perché conosco il dolore che amo così tanto le persone che mi sono vicino. Vorrei proteggerle, impedire che la sofferenza le tocchi, dare loro solo il meglio e il bello della vita e se proprio il dolore devono provare, che esso sia momentaneo e non lasci ricordi indelebili, ferite non cicatrizzate …

Amore è non dover mai dire mi dispiace, ma tante volte ho dovuto dire: Mi dispiace Amore…, mi dispiace ragazzi…., mi dispiace mamma….

“Oscura è l’acqua del Kheled-zàram, e gelide le sorgive di Kibil-nàla …”

Comments are closed.