Lasciare o resistere?

Pier Luigi Celli (ex direttore generale della Rai) direttore generale dell’universit√† Luiss ha scritto una toccante lettera a suo figlio che sta per laurearsi, esortandolo a lasciare l’Italia perch√© non merita e non √® in grado di valorizzare e premiare i giovani.
Condivido molto di quanto afferma Celli e alcune cose che dice sono già state oggetto di miei post precedenti.
L’Italia √® un paese in declino, economicamente probabilmente ci vorr√† tempo,¬†ma socialmente, come comunit√†, siamo alla frutta.
Ma quello che fa pi√Ļ male √® che persone come Celli che hanno ricoperto posizioni di responsabilit√† in questo paese, persone intelligenti, capaci, non siano stati in grado di evitare questo declino. Perch√®? Per quale motivo? Cosa ha spinto queste persone a "lasciarsi andare", a non lottare per cambiare lo status quo? Quale √® stato l’ostacolo insormontabile? Il nemico che li ha sconfitti?
Che l’Italia non sia un paese per giovani √® ormai cosa sotto gli occhi di tutti, ci hanno anche scritto un libro, ma Celli ci avr√† messo del suo in qualche caso e il tono leggermente autoassolutorio della lettera, nonostante consigli al figlio di non restare qui per non essere costretto scendere a compromessi,¬†non lo assolve certo dalla sue responsabilit√†.
 
 

Leave a Reply