Il registro elettronico a scuola non piace

Premessa: non sono insegnante e quindi parlo come genitore di una bambina di 3 anni che tra poco inizierà la sua formazione scolastica. Ho accolto con favore i tentativi di portare internet e le nuove tecnologie nella didattica e a scuola. Tra me e me dicevo: “tenendo conto dei tempi italici, se va bene, almeno quando Adele inizierà la sua avventura scolastica potrà usufruire di una scuola più al passo con i tempi”.

Un nuovo modo di vivere la scuola anche da parte di noi genitori. Nuovi stimoli per i ragazzi e gli insegnanti.

Illusioni o al più qualche vantaggio a fronte di mille altri problemi secondo Mariapia Veladiano.

Articoli come questo rendono bene l’idea dell’arretratezza italiana.

 

Sharing is caring!

Tags: , , , ,

Comments are closed.