Archive for August, 2011

Skateboard a Varazze

Monday, August 29th, 2011

In vacanza a Varazze ho scoperto per caso che questa bella cittadina ligure è stata il palcoscenico per il Off The Wall Spring Classic 2011 di Skateboard. Adesso mi spiego gli assembramenti di ragazzi con skateboard che alla sera affollavano con le loro prove di acrobazie il marciapiede e le scale del parco giochi. Bello vedere quei ragazzi e anche Adele era affascinata. Potrebbe essere una buona idea anche per Moncalvo.

Ciao Steve

Thursday, August 25th, 2011

Steve Jobs ha annunciato le sue dimissioni da CEO di Apple e ha anche scritto una mail.

Si potr√† ritenere Jobs un egocentrico, un accentratore, un informatico con una visione della tecnologia che non condividiamo e tutti gli aspetti negativi che ci/vi vengono in mente. Tuttavia questo non offusca le sue straordinarie qualit√† di CEO e di innovatore. Pochi altri nella storia dell’informatica hanno avuto la capacit√† visionaria di Jobs, le sue idee innovative, la capacit√† di creare prodotti che sono al contempo tecnologia, design, innovazione, futuro.

Da oggi inizia una nuova era di Apple e dell’informatica. Vedremo come il successore Tim Cook se la caver√†.

Anniversario Simone Weil

Wednesday, August 24th, 2011

Il 24 agosto di 68 anni fa moriva Simone Weil. Consiglio questo link ad una piccola lezione sul pensiero di Simone tenuta dal noto teologo Vito Mancuso.

Di ritorno da un consiglio dell’oratorio

Wednesday, August 24th, 2011

Stasera riunione del consiglio dell’oratorio. Ma qualcuno che si interroga sui perch√® della vita a queste riunioni c’√®?

Vacanze di agosto

Sunday, August 21st, 2011

In questo week end ho portato Adele e Katia al mare per una meritata vacanza. Io invece rimango a Moncalvo martire sul lavoro all’Acquedotto Monferrato.

Appena tornato devo gi√† sostenere, oltre alla temperatura africana, la nostalgia che mi prende tutte le volte che so di non vederle per qualche giorno. N√® io n√® Katia siamo amanti del mare, ma ovviamente per Adele fa bene e poi l’anno scorso siamo andati in montagna e quindi per quest’anno tocca al mare.

In questi due giorni però mi sono reso conto che la vita da spiaggia non fa per me, non perchè non mi piaccia nuotare, anzi, ma perchè non mi attira proprio lo stare al sole o sotto un ombrellone in ozio a patire temperature africane. Il caldo lo patisco identico a Moncalvo, a casa, con i miei soliti hobby: pc, libri, bicicletta. E se proprio ho voglia di nuotare vado in piscina.

Preferisco di gran lunga una bella passeggiata in montagna, al fresco dei boschi, in quota sul sentiero verso un rifugio, il silenzio della montagna rotto solo dalle voci della natura e poi godermi il sole che tramonta dietro le cime e quel chiarore che rimane ancora prima del buio rotto solo dalle stelle e dalle luci dei paesi a valle.

Insomma la montagna mi ha conquistato fin da piccolo e difficilmente altri luoghi, per quanto belli, potranno scalzarla dal mio cuore.

Intanto nel mondo dei cellulari

Monday, August 15th, 2011

Intanto nel mondo dei cellulari Google si compra Motorola e io penso ad una frase di Enrico Cuccia che diceva: “i migliori affari si fanno in agosto”.

Links 15-08-2011

Monday, August 15th, 2011

Scoperto per caso questo blog e l’ho letto tutto d’un fiato:

http://annastaccatolisa.splinder.com/

50 anni fa un muro

Saturday, August 13th, 2011

50 anni fa, precisamente nella notte tra il 12 e il 13 agosto, iniziava la costruzione del muro di Berlino, simbolo nei successivi 28 anni della guerra fredda e della divisione del mondo.

Il Post ne racconta la storia con una bella galleria di immagini.

Oggi e domani

Saturday, August 13th, 2011

Sono giorni difficili questi. I mercati borsistici in altalena, la gravissima crisi economica italiana e in generale europea, la manovra correttiva della finanza pubblica fatta come al solito con i metodi di tutti i governi precedenti da chi per anni andava promettendo di ridurre le tasse e negava contro ogni evidenza la crisi socile,politica ed economica nella quale l’Italia si avvitava.

Mai come in questi giorni mi sono sentito così disgustato dalla politca, dal governo, dalle istituzioni di questo paese. E mai come in questi giorni ho desiderato di poter tornare indietro nella mia vita per poter scappare (si proprio scappare) da questo paese senza futuro.

Cosa lasceremo ai nostri figli, cosa lascier√≤ ad Adele? Quale paese, quali ideali? C’√® ancora una prospettiva di futuro per i nostri figli, i nostri giovani? Lasciamo stare la mia generazione, ormai intrappolata dalla precariet√†, dal doversi quotidianamente confrontare con una gerantocrazia sempre pi√Ļ arrogonate e inamovibile, dalla ormai certezza di non avere un futuro e di non migliorare la situazione sociale, economica nella quale si √®. Ma i nostri figli? Almeno per loro perch√® non combattiamo? Perch√® non ci impegnamo per il cambiamento? Perch√® continuiamo a chinare la testa, a subire, a credere a quello che ci raccontano questi pezzi da museo senza futuro ormai incapaci di adeguarsi ad una realt√† che non comprendono e nemmeno vogliono conoscere?

Che fare?

La rete come stupefacente

Tuesday, August 9th, 2011

Anche Massimo Mantellini su Punto Informatico dedica un articolo alla incredibile proposta del Ministro della Salute di predisporre interventi sanitari per arginare l’abuso di internet da parte dei giovani.

Sapesse che trip che mi faccio ogni tanto con il pc!