Archive for May, 2010

La Stampa pronta per iPad

Monday, May 24th, 2010

Il 28 maggio arriverĂ  anche in Italia l’iPad della Apple. La Stampa è pronta per sbarcare sul nuovo giocattolo di Cupertino.

Vecchietti polemici

Monday, May 24th, 2010

La proposta del PD di abbassare la soglia per il pensionamento degli insegnanti universitari a 65 sta suscitando molte polemiche.

A me sembra una prosta sensata e un inizio, magari un po’ brusco, per contrastare la gerantocrazia che blocca il nostro paese.

Netiquette

Thursday, May 20th, 2010

Image by lawgeek via Flickr

La Netiquette è quel codice di comportamento che i primi utenti di internet si sono autoimposti; è all’incirca l’equivalente del nostro galateo: un insieme di regole di buona educazione. Per chi come me ha iniziato a frequentare la rete parecchio tempo fa’ è ormai un’abitudine osservarla ma, con l’avvento del web 2.0 e l’enorme crescita degli utenti internet, non è raro imbattersi in persone che la ignorano e non sanno nemmeno che esista.

Ovviamente è un fatto positivo che sempre più persone utilizzino la rete sia per lavoro sia per scopi puramente personali e ludici. Quello che non capisco è come queste persone non si pongano nemmeno il problema della netiquette o peggio di sapere cosa è.

Nei Social Network dove è possibile condividere con pochi caratteri cosa si sta facendo o pensando, mi è capitato di imbattermi in testi scritti in maiuscolo e parolacce. Lungi da me fare il moralizzatore; però il fatto che tu urli (scrivi in maiuscolo) per la rete parolacce o altro non aumenta la tua visibilità e la tua “esistenza” in rete; anzi secondo me ottiene l’effetto contrario.

E’ molto semplice batte i tasti del pc; per questo una lettura (o ripasso) della Netiquette sarebbe utile.

Le condanne della Diaz

Wednesday, May 19th, 2010

E’ stata emessa la sentenza del processo d’appello per le violenze alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001. In totale 85 anni di carcere e condannati tutti i funzionari (nel frattempo promossi) che hanno organizzato l’irruzione alla Diaz e falsificato prove e rapporti.

Una brutta storia ma che forse avrĂ  giustizia

Coppi & Bartali

Sunday, May 16th, 2010

Il Giro d’Italia 2010 dedica due tappe a due grandissimi campioni del ciclicsmo ormai entrati nella leggenda e nell’immaginario. Uomini, prima ancora che sportivi, che hanno davvero fatto la storia del nostro paese e ai quali anche noi delle generazioni che non li hanno visti direttamente siamo comunque legati. L’Italia dell’epoca si divese e ancora si discute se fu Bartali a passare la borraccia a Coppi i viceversa. Era un altra epoca ma il fascino rimane immutato.

Dopo la tappa di giovedì dedicata a Fausto Coppi, oggi la tappa è stata dedicata a Gino Bartali ed è stata veramente una tappa da ciclismo epico, con strada sterrata, fango, pioggia, cadute, come da tempo non ne vedevamo in Italia.

La crisi greca e l’Italia

Friday, May 14th, 2010

Il Wall Stree Journal preoccupato per le possibili conseguenze della crisi greca sull’Italia, qui la trduzione pubblica su Il Post. Di questo articolo mi ha colpito l’analisi secondo cui gli italiani acquistano prevalentemente obbligazioni italiane nonostante le indicazioni diverse; come dire che il mercato borsistico italiano è ancora immaturo e poco globalizzato. E quest’ultima è una riflessione che ho incominciato a fare recentemente accostandomi al (per me) affascinante mercato borsistico.

E’ anche vero però che secondo Francesco Daveri de Lavoce.info l’Italia non è come la Grecia e come gli altri paesi cosidetti PIGS; questo non toglie che la situazione sia seria e richieda misure drastiche e strutturali; anche dal punto di vista di una maggior acculturamento di noi piccoli risparmiatori che spesso siamo davvero il “parco buoi” della borsa.

Stare in provincia

Thursday, May 13th, 2010

La scorsa settimana per lavoro sono andato a Milano. Sai che notizia direte voi e certamente avete ragione, ma quello che mi ha piĂą colpito della trasferta è stato lo “spirito” e “l’aria” che si respirava parlano con le persone che ho incontrato.

Cerco di spiegarmi: per me che era parecchio tempo che non avevo contatti con altre realtĂ  aziendali, è stato come entrare in una macchina del tempo ed essere sbalzato nel futuro. Ora non è che l’azienda dove mi sono recato sia all’avanguardia nelle nuove tecnologie (fa stampe e scannerizzazioni) ma lo spirito e il clima è comunque quello di essere una realtĂ  di livello nazionale e aperta al mondo.

L’azienda per la quale lavoro (un consorzio di comuni che gestiscono l’acquedotto) non è che brilli per innovazione, spirito di iniziativa, senso di essere comunque una realtĂ  nazionale importante; siamo dei provinciali che quando escono dal loro ambito ci sentiamo spaesati e goffi.

Io invidiamo la loro posizione centrale e non periferica, il loro essere nel mercato al passo con i tempi, in contatto con una realtĂ  in rapido mutamento. E viceversa loro mi invidiavano proprio il fatto che io lavorassi in provincia, con ritmi diversi, con ancora contatti umani e valori, un modo di vita tutto sommato ancora slow e paesi a misura d’uomo.

Quando si dice vedere le cose da un altro punto di vista.

Ngn all’italiana

Monday, May 10th, 2010

Ottima analisi di Mantellini sul problema della ngn italiana e sull’idea lanciata da Fastweb, Wind e Vodafone per una nuova rete ngn indipendente da Telecom.

Un cartello per la banda larga

Friday, May 7th, 2010

Fastweb, Wind e Vodafone si metto insieme per investire in una nuova rete a banda larga alternativa a quella di Telecom. Oggi la conferenza stampa di presentazione.

Vedremo i dettagli nei prossimi giorni. Sembra però che il progetto abbia l’ok dell’Autorithy per le Comunicazioni.

L’oratorio è vivo e lotta insieme a noi

Monday, May 3rd, 2010

Sabato 1 maggio grandiosa festa in Oratorio con bambini, ragazzi e genitori; messa, pranzo e mega giochi che hanno divertito tantissimo. Alcuni genitori erano dispiaciuti che la giornata fosse passata troppo in fretta.

Domenica 2 maggio ancora oratorio aperto con giochi per i piĂą piccoli, mentre noi ragazzi piĂą grandi al lavoro per montare la nuova cucina (recuperata) di Don Giorgio.

Oggi oratorio aperto con doposcuola e giochi dalle 14 alle 18.

Per quelli che hanno gufato dopo la partenza delle suore: cambiate mestiere.