Archive for July, 2009

Inquietudini, dubbi e campi scuola

Friday, July 24th, 2009

Lunedì si parte per il campo estivo di Gressoney 2009 con i bambini e i ragazzi dell’Oratorio. Come tutti gli altri anni ho preso ferie per dare anche io il mio contributo come animatore.

Ma questa volta non mi sento tranquillo, continuo ad avere la strana sensazione di non essere pronto, mi sento inquieto e non riesco a concentrarmi come si deve nella preparazione dei momenti formativi da fare con il gruppo che mi hanno dato, così come sui giochi che mi hanno detto di organizzare. Anche gli altri anni non avevo tutto pronto al 100% ma non mi sentivo come mi sento ora.

Forse è perché ho deciso che durante questo campo comunicherò ufficialmente una scelta che medito da tempo e ho pensato anche ad una piccola sorpresa da fare; e quindi vorrei che tutto andasse per il meglio, dare il massimo, fare le cose “alla perfezione” e senza “errori”. O forse è perché ormai sono troppo vecchio per queste cose e ho paura di non essere più all’altezza del compito. E’ una riflessione che ormai faccio sempre più sovente e che è in parte alla base della mia scelta che intendo fare per il prossimo anno.

Mi ha colpito molto ierisera il ragionamento che si è fatto nel gruppo animatori circa la suddivisione delle camerate. Il riflettere su quello che avrebbero potuto pensare o immaginare altri circa le nostre decisioni (e sottolineo nostre del gruppo) su come dividere le camerate e di conseguenza dedurre che una persona fosse più importante di altre non riesco ancora a capirlo ora. Mi sembrava che il gruppo avesse perso l’innocenza dei ragazzi; il continuo soppesare le parole, le azioni, i compiti…. mi sembra quanto di più lontano possa esserci dall’animazione.

Ultimo giorno e poi montagna

Thursday, July 23rd, 2009

Grande festa finale di Estate Ragazzi 2009 oggi all’Oratorio. Bambini, ragazzi, animatori e genitori tutti insieme per fare e vedere il grande spettacolo finale con esibizione di ballo, canto, teatro, esposizione dei lavoretti e tante sorprese. Mi hanno detto che gli animatori hanno realizzato un balletto degno di Saranno Famosi!! Mi sa che il prossimo anno mi tocca fare il televoto ad Amici e chiamare “carte!!!”

Domani ultimo giorno di ER09 con ultima uscita in piscina e poi lunedì si parte per il campo estivo di Gressoney.  Questa estate è veramente Extra Time!!

Grande festa di Estate Ragazzi 2009

Sunday, July 19th, 2009

Oggi grande festa con tutti i bambini, ragazzi e genitori dell’oratorio. Al mattino tutti insieme alla S.Messa animata dai ragazzi e poi grande pranzo offerto dai genitori.

A seguire grande karaoke con il nuovo pc notebook acquistato dagli animatori e il nuovo fiammante videoproiettore!!! E poi giochi, musica e il mega banco di beneficenza organizzato come al solito dal fantastico gruppo genitori.

Insomma una meravigliosa giornata in perfetto stile oratorio!!! Un evento da ripetete con maggiore frequenza.

Passano gli anni ma nessuno dimentica

Sunday, July 19th, 2009

E con oggi fanno 19 gli anni passati dalle stragi di Capaci e Via D’Ameglio, dove persero la vita Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e con loro gli agenti delle scorte.

Non li hanno uccisi, perché le loro idee camminano sulle nostre gambe

And that’s the way it is

Sunday, July 19th, 2009

E’ morto Walter Cronkite, storico anchorman della CBS e icona del giornalismo di tutto il mondo.

Iniziò la carriera come reporter di guerra e per conto della United Press seguì le più importanti battaglie della II guerra mondiale in Africa e in Europa, compreso lo sbarco in Normandia. Dopo la guerra fu uno dei più importanti giornalisti americani a seguire il Processo di Norimberga. Tornato in America divenne anchorman del primo telegiornale della CBS. E per gli americani è sempre stato una delle persone nel quale riponevano la massima fiducia.

Ci lascia un grande maestro del giornalismo, una persona onesta, sempre dalla parte della veritĂ  e dei fatti.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=2K8Q3cqGs7I&hl=it&fs=1&&hl=en]

Delitto e Castigo nel XXI secolo

Monday, July 13th, 2009

Questa sera ho finito di leggere La BanalitĂ  del Male, famoso libro di Hannah Arendt che tratta del processo al criminale nazista Adolf Eichmann avvenuto a Gerusalemme nel 1960.

Un libro che a mio parere dice una parola di non poco peso sul problema del male, della colpa, del castigo per quanto riguarda i crimini di guerra e i crimini contro l’umanità. Ma mi prometto di rileggerlo con maggiore calma e tornarci con una riflessione più approfondita, magari riprendendo anche il libro di Telford Taylor sul processo di Norimberga.

“Il sonno della ragione genera mostri. La memoria aiuta la ragione a rimanere sveglia”

Office 2010 come un film?

Sunday, July 12th, 2009

E’ iniziata la campagna pubblicitaria di Microsoft per Office 2010 presentato come un film thriller

Giornate così

Thursday, July 9th, 2009

Ci sono giornate che hanno assunto per noi significati particolari, giornate che definiamo speciali. Sono quei giorni che ti danno la sensazione che tutto quanto hai fino ad ora passato, bello o brutto che sia, è comunque un “giusto prezzo da pagare” per poter vivere questi giorni particolari.

Sono momenti che possono dare significato a tutta una vita, possono far ritrovare la voglia di vivere, di andare avanti, di fare ancora uno sforzo, di non mollare perchè tutto sommato la vita ci riserverà ancora giorni come questi, belli e felici.

Ci sono giornate come quella che stiamo iniziando, che ricordiamo per eventi di tutti i tipi: anniversari di morti, prima volta che, matrimonio di, record della, iniziò la e compagnia bella. Ma forse anche quando diciamo di voler festeggiare le persone che ci sono care, lo facciamo in modo superficiale, senza viverlo pienamente, senza vivere quel giorno, per noi importante, in comunione profonda con la persona che amiamo; vivendo, lavorando, facendo anche il più piccolo gesto della giornata, sempre con il cuore e il pensiero rivolto alla persona che amiamo.

Chi può dire che in questo momento che scrivo queste parole, o tu che le stai leggendo, questa nostra azione (o non azione) produca indipendentemente dalla nostra volontà delle conseguenze alle persone che ci stanno vicino, che non conosciamo o che sfiorano solamente la nostra vita?

Krzysztof Kieślowski nel suo Film Blue fà dire ad un suo personaggio: “Bisogna sempre guardarsi intorno”.

Ecco, in questi giorni ricorre il compleanno di due persone veramente speciali che hanno intrecciato la loro vita con la mia. Katia e Serena. Due persone che hanno le chiavi del mio cuore. Cercherò di vivere la giornata che sta per iniziare in comunione con Katia e Serena, per Katia e Serena, con il cuore e il pensiero rivolto a Katia e Serena.

SarĂ  il mio modo di augurare Buon Compleanno e di dire: Vi Voglio Bene

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=FI_ycPpAaEs&hl=it&fs=1&&hl=en]

The Google Chrome OS

Wednesday, July 8th, 2009
Sempra proprio che ci siamo, i rumors che da tempo girano in rete si stanno avverando, Google presenta il suo sistema operativo basato su kernel linux.
L’innovativa azienda di Mountain View dopo il lancio del suo browers ha deciso che è arrivato il momento di sviluppare un S.O. leggero per Cloud Computing, per il futuro.
 
Qui tutte le info e i primi commenti su Punto Informatico

Animatori e Regole

Tuesday, July 7th, 2009

Nell’ultimo incontro di gruppo animatori c’è stata discussione per il “mancato” rispetto di alcune regole decise insieme e riguardanti Estate Ragazzi, gli animatori e gli aiuto animatori.

Mi ha colpito molto il fatto che il criterio dell’efficienza, del successo, della regola ferrea (alla boia chi molla) sembra ormai l’unico che conti anche in ambito oratoriano. Mi sembrava che il Gruppo Animatori fosse guidato nelle sue scelte solo da questi criteri, senza sapersi adattare alle circostanze, alla realtà. Capisco che molte volte le cose non vanno come si vorrebbe, nel migliore modo possibile, ma il non sapersi adattare cercando soluzioni a volte improvvisate in emergenza, mi sembra un limite che un buon Gruppo Animatori non dovrebbe avere.

Forse ci stiamo dimenticando che in fin dei conti siamo Animatori Salesiani. Un oratorio non ha successo perché è frequentato da decise, meglio se centinaia, di bambini e ragazzi; ha degli animatori che sono dei modelli, dei fenomeni e via di questo passo. Un oratorio ha successo, o meglio, è degno del nome che porta, se è in grado di far sentire a casa sua tutti quelli che lo frequentano, se trasmette amore, amicizia, fede, senso di solidarietà, di comunione, di integrazione con chi è più in difficoltà o emarginato. Buoni cristiani e onesti cittadini direbbe Don Bosco.

Un oratorio e quindi anche il Gruppo Animatori deve avere anche il criteri della caritĂ