Rivoluzione chromebook?

Google ha presentato i primi portatili con Chrome OS il (rivoluzionario?) sistema operativo sviluppato a partire da Google Chrome e che dovrebbe secondo google segnare l’inizio dei laptop con S.O. e dati non nel pc ma solo nella nuvola (cloud), perennemente connessi alla rete.

Qui è possibile leggere una prima recensione de Il Post con i primi commenti a caldo. Io ho qualche dubbio sulla rivoluzione portata dal cosidetto cloud computing e ad oggi l’obiezione che trovo più forte su questa tecnologia sta proprio nel mancato controllo dei propri dati, non più presenti nel pc ma appunto sparsi nella nuvola, cioè nei server di google.

Ovviamente i chromebook criptano tutti i dati e la connessione e questo è certamente una buona cosa; ma pensiamo davvero che sia possibile utilizzare solo le google app? E Office? E chi utilizza programmi di fotoritocco? Allora se utilizzo il pc solo per navigare, social network, blog, chat, facebook, mi compro un tablet che è ancora più userfrendly. Vedremo cosa succederà il 15 giugno, data della commercializzazione ufficiale.

Tags: , , , , , ,

Comments are closed.