Archive for the ‘chiesa’ Category

La cinghiata del Papa

Friday, February 6th, 2015

“Tornando a casa troverete i bambini, date una cinghiata ai bambini e dite loro: questa √® la cinghiata del Papa.”¬†Ma con dignit√†.

Anche stavolta Papa Francesco ha sbarellato.

Religione e fondamentalismo

Saturday, January 10th, 2015

Luca Sofri in questo suo post prova a mettere nero su bianco qualche spunto di riflessione sui drammatici avvenimenti di questi giorni.

Mi ha colpito in particolare il punto dove si sostiene che in qualche modo le religioni (tutte) hanno delle responsabilità per gli atti compiuti in nome di una interpretazione fanatica del credo religioso.

Da credente ovviamente mi sento chiamato in causa e nonostante sia sempre stato borderline rispetto al Cristianesimo e alla Chiesa, vedi anche il nome del blog e sono forse uno dei pochi moncalvesi favorevole ai matrimoni gay, mi tormenta questa domanda: “Io credente, cosa ho fatto per limitare le possibili derive fondamentaliste del cristianesimo?”

Perché a dirla tutta, credo ancora che i nostri atteggiamenti, pensieri, modo di vivere, in una parola la nostra vita, contino ancora qualcosa come esempio per gli altri. Se condivido pensieri intolleranti, se interpreto in modo fanatico e fondamentalista la mia religione, prima o poi questi miei atteggiamenti li manifesto e li diffondo intorno a me e altri ne saranno contagiati. Così come è vero il contrario.

Se noi siamo i buoni dobbiamo anche dimostrarlo. E come credenti impegnarci per limitare il pi√Ļ possibile derive fondamentaliste della religione a cominciare da oggi, qui, subito, a Moncalvo come a Roma.

Internet dono di Dio

Sunday, January 26th, 2014

Per chi crede questo messaggio di Papa Francesco è la conferma che finalmente la Chiesa inizia a considerare Internet come qualcosa di buono e positivo per gli uomini. E questo è merito anche di uomini come Padre Spadaro con il suo blog di cyberteologia.

Papa Francesco

Thursday, March 14th, 2013

Le speranze sono tante, le premesse buone.Nomen omen

Ancora sulla rinuncia di Benedetto XVI

Friday, February 15th, 2013

Vito Mancuso e la rinuncia di benedetto XVI: forse √® l’inizio di qualcosa di nuovo per la Chiesa

La rinuncia di Benedetto XVI

Monday, February 11th, 2013

Tra i molti commenti alla notizia della rinuncia di Benedetto XVI linko questo di Padre Antonio Spadaro che mi sembra apra prospettive interessanti di riflessione sul significato del gesto. Un gesto di speranza e di fiducia nel futuro.

Ogni cosa alla sua stagione

Monday, June 11th, 2012

Prendo a prestito il titolo di un bel libro di Enzo Bianchi perch√® ieri sera mi √® venuta voglia di rileggermi questo post scritto un anno fa in occasione dell’inizio dell’estate ragazzi 2011 in oratorio. La prima cosa che mi ha colpito √® stata che nonostante sia passato un anno, quello che allora scrissi oggi √® ancora valido, se non di pi√Ļ.

Questo blog, nato come diario personale e luogo dove scrivere sulle cose che mi interessano, era stato concepito anche come possibile mezzo di scambio e confronto di idee sull’animazione e sull’oratorio. Ma molte cose sono avvenute da quando il blog √® nato su Windows Live Spaces e poi esportato su WordPress.

Degli avvenimenti accaduti nella Parrocchia di Moncalvo ho gi√† scritto, ma del mio progressivo abbandono da ogni coinvolgimento nell’oratorio e in parrocchia poco ho lasciato trapelare. Ogni cosa alla sua stagione, e quella dell’oratorio, dell’animazione, dell’attivit√† in parrocchia per me √® una stagione chiusa.

Ringrazio quei cari amici che, con costanza, cercano di tenermi informato di quanto accade in oratorio o in parrocchia. Li capisco e sono riconoscente a loro e alla loro lodevole intenzione di farmi restare agganciato ad un ambiente che non sento pi√Ļ mio. E’ probabile che in qualche modo li sto deludendo, tradendo, abbandonando e questo mi dispiace. Mi piacerebbe che capissero quanto gli voglio bene, che quello che insieme abbiamo vissuto, sperimentato, cercato di costruire, √® stato in primo luogo un premio per noi stessi; una scintilla di amore fraterno vissuto qui sulla terra, tra di noi. Il viaggio √® il premio diceva Steve Jobs. Se sono ancora qui a scrivere, se penso almeno di non sapere, lo devo ad alcuni carissimi amici e alle esperienze vissute insieme.

Posso avere dei rimpianti per come ho agito o per cose che non ho fatto. Ma sono anche consapevole che ad oggi le mie idee e opinioni non sono conformi al pensiero dominante in voga  in oratorio o in parrocchia. Difficile scrivere di animazione se non si sperimenta sul campo, se non ci si sporca le mani con i ragazzi, stando insieme a loro, vivendo con loro.

Un caro amico mi citava Qohelet e i celebri versetti sul tempo. Ora è tempo di dedicarsi ad altro e ad altri.

Cyberteologia c’√® il primo libro

Thursday, April 12th, 2012

Padre Antonio Spadaro, il noto gesuita direttore di Civilt√† Cattolica nonch√®, da anni frequentatore e studioso di internet e dei social network ha pubblicato il libro Cyberteologia (sottotitolo: pensare il cristianesimo al tempo della rete) che “rivoluziona” il rapporto tra il cristianesimo e la rete; inteso dal primo sempre e solo come una ricerca di nuovi metodi di evangelizzazione o di avvicinare soggetti (giovani e non) lontani dalla Chiesa facendo vedere di essere al passo con i tempi.

Padre Spadaro si pone invece la domanda cruciale: la rivoluzione digitale tocca in qualche modo la fede? Ci sono punti di contatto e di iterazione tra la logica della rete incentrata sulle metafora del dono, della condivisione e il cristianesimo?

Se siete interessati ecco alcuni links:

Cyberteologia: il libro

Cyberteologia: indice del libro

Un blogger direttore

Sunday, September 18th, 2011

Il titolo del post non è granchè, non fosse altre che direttori-blogger ce ne sono in giro, ma quello di cui voglio parlare è speciale.

Anzitutto è un prete, ma non un prete qualunque; certo non è Don Ciotti o Don Gallo, per me fulgidi e inarrivabili esempi di vita cristiana, ma non è comunque uno del gruppo, un gregario.

Anzitutto √® un Gesuita, e qui gi√† occorre combattere contro vecchi pregiudizi influenzati dalla famosa battuta in voga negli ambienti curiali che dice “n√® noi n√® Dio stesso sapremo mai cosa pensano i Gesuiti”. E’ tutto sommato giovane ed √® arrivato alla direzione di una famosa rivista che ha notevoli influenze nell’ambiente cristiano-cattolico ma non solo.

Io lo ritengo uno dei maggiori esperti di Internet e delle nuove tecnologie che la Chiesa possa vantare ed è stato uno dei promotori del primo meeting di blogger in Vaticano. In rete è conosciuto come il Gesuita 2.0 e non per nulla il suo blog si chiama Cyberteologia.

Per farla breve Padre Antonio Spadaro √® diventato direttore di La Civilt√† Cattolica e secondo me un importante passo avanti nel dialogo tra la Chiesa e Internet √® stato fatto. E qui c’√® la dimostrazione, a mio avviso, di come pensino bene e sul lungo periodo i Gesuiti.

A margine di un consiglio parrocchiale

Sunday, July 24th, 2011

Come i mie fedelissimi cinque lettori sanno, cerco, nonostante tutto, di impegnarmi ancora nella vita della Parrocchia di Moncalvo, dando il mio piccolissimo contributo facendo parte del Consiglio Parrocchiale. Capita per√≤ che alcuni incontri del consiglio risultino alla fin fine noiosi vuoi per l’argomento, vuoi perch√® comunque le decisioni sono gi√† state prese.

Ebbene se devo essere sincero all’ultimo incontro la noia mi ha dato pochissima tregua; per fortuna alla fine della riunione ho potuto scambiare quattro chiacchere con il Piero, del quale ho gi√† avuto modo di parlare delle sue conoscenze informatiche qui, sulla situazione di internet a Moncalvo, sull’utilizzo delle nuove tecnologie nelle scuole e sul rapporto che i giovani hanno con esse. Devo confessare che andando a casa ho avuto la sensazione che la parte migliore della serata fosse stata la discussione con il Piero: quanti pensieri e riflessioni in comune nonostante proveniamo da esperienze diverse! Che bella sensazione comunicare idee e pensieri a persone che apprezzano e condividono le tue stesse passioni e hanno percorso o stanno percorrendo la stessa tua strada.

Alla fine, prima dei saluti, ho lanciato scherzando la proposta di un Moncalvo Lab su internet e le nuove tecnologie. Ebbene adesso lo faccio ufficialmente: dai Piero facciamolo!!! Troviamoci e mettiamo nero su bianco, (bit su bit) il programma e cerchiamo qualcun altro che ci dia una mano, ma facciamolo; sappiamo entrambi quanto bello e interessante per Moncalvo e in particolare per i giovani una iniziativa di questo tipo possa diventare e quali potenzialità potrebbe raggiungere e sviluppare. Perchè non farlo?