Links 07/06/2017

June 7th, 2017

Le novità di Apple (su Saggiamente)

Manteblog su novità Apple

La legge sul cyberbullismo

May 20th, 2017

Dopo un lungo iter parlamentare √® stata approvata la legge sul cyberbullismo. Abbiamo rischiato che fosse un pasticcio senza precedenti,¬†e l’essere riusciti ad approvare il testo “originario”, senza quelle storture che¬†il PD alla Camera aveva infilato, perlomeno ci salva dall’ennesima brutta figura di popolo digitalmente incompetente.

Detto questo, Massimo Mantellini giustamente evidenzia come tale legge sia come al solito un provvedimento estetico, debolissimo dal punto di vista attuativo. Ma come è possibile pensare di fare prevenzione, cultura digitale, con 220.000 euro da dividere tra le 8000 scuole italiane?

Ma a nessuno sfiora il dubbio che quello che manca √® proprio la prevenzione? Insegnare la cultura digitale ai nostri ragazzi? Investire sull’educazione? No. Serve subito un provvedimento di facciata, far balenare l’idea della punizione esemplare, perch√© sono cose che portano subito voti, riconoscimenti immediati, gratifiche personali.

Il pensare, il progettare, incominciare un percorso di educazione digitale per i nostri ragazzi, sono cose che occupano tempo, lunghe, non danno subito risultati; insomma non se le fila nessuno.

Ma chi è veramente dalla parte dei giovani, dei ragazzi, delle nuove generazioni? Chi immagina solo punizioni esemplari, divieti e pene o chi come Mantellini immagina percorsi di educazione, di cultura, di prevenzione?

Links 17/05/2017

May 17th, 2017

Il giardino digitale

Apple Pay anche in Italia

Problemi con il blog – Risolti

April 30th, 2017

Chiedo scusa ai miei affezionati cinque lettori, ma ho avuto problemi con il blog, causa aggiornamento di alcuni plugin.

Adesso dovrebbe funzionare nuovamente il tutto. Speriamo

Links 12/04/2017

April 12th, 2017

Ricordo di Primo Levi

Ritorno in oratorio: primo bilancio

March 19th, 2017

L’anno scorso, insieme a Katia, abbiamo accettato la richiesta che ci √® stata fatta, di tornare ad impegnarci con i ragazzi all’oratorio di Moncalvo. E’ passato del tempo da allora e provo qui a trarre un primo bilancio.

Non √® stato facile ritornare dopo che sei fuori dal “giro che conta”; del resto sono consapevole di essere poco “allineato” e altrettanto “poco ortodosso” con le mie idee sull’animazione e sulla Chiesa.

I lampi di luce che ho ricevuto dai ragazzi hanno ricompensato i momenti bui che comunque si attraversano quando si decide di condividere con loro parte della tua vita. L’animazione √® questione di cuore e bisogna dare sempre a piene mani. Essere dalla loro parte, creare empatia.

Non sempre credo di esserci riuscito. Spero però di aver suscitato in loro domande, interrogativi su un modo diverso di essere animatore, sul gruppo, sul rapporto adulti-ragazzi.

Certamente la mia parte pi√Ļ profonda √® felice di questa scelta, ma i dubbi rimangono.

 

Ipazia assassinata 1600 anni fa

March 8th, 2017

Ipazia di Alessandria è stata tante cose. Quel che è certo è che è stata brutalmente assassinata da fanatici cristiani, ispirati dal vescovo Cirillo; che personalmente non mi è mai stato molto simpatico.  Nel 2011 è uscito il bellissimo libro di Silvia Ronchey che racconta, con rigore, la storia di questa grande donna, che oggi viene giustamente ricorda.

La vita, il pensiero e la tragica morte di Ipazia dovrebbe essere monito per tutti i fanatici.

Links 19/02/2017

February 19th, 2017

Le parole ostili

Anticipazioni iPhone 8

Disamina dei siti Apple e Microsoft

February 15th, 2017

L’amica blogger Noemi, peraltro ormai l’appellativo blogger √® troppo poco, ha recentemente scritto un post sull’evoluzione del design dei siti di Apple e Microsoft.

Da leggere perché Noemi ci sa fare e da oggi incomincio a provare una certa invidia per le sue capacità di web design.

Un alfabeto digitale per le nuove generazioni

February 6th, 2017

A Como, uno sparuto gruppo di persone illuminate, tra le quali il buon Gaspart, ha fondato l’associazione Alfabeto Digitale. Dove non ci arrivano le istituzioni o la scuola, ecco che cittadini consapevoli della rivoluzione digitale e di quanto sia importante, si organizzano per divulgare la cultura della rete, per superare il gap che ci rende il paese pi√Ļ arretrato rispetto agli altri.

I ragazzi finalmente protagonisti della rete e non solo fruitori passivi.

E a Moncalvo cosa aspettiamo?